Scritto il 18 Marzo 2001

Tornano i volti: la tradizione come fede ricevuta e trasmessa

Tornano i volti: la tradizione come fede ricevuta e trasmessa

Fossano, 18 marzo 2001

Cosa significa dirsi “cristiani”
se non è pura questione moralistica
né vago sentimento interiore di adesione
né soggettivo sentire o essere d’accordo
MA
inserzione cosciente
semplice e critica
nella tradizione vivente
che ci rende accessibile
la salvezza di Dio in Gesù?

Materiali

  • Schema del seminario (PDF)
  • Testi di approfondimento (PDF)
  • La liturgia: alcune riflessioni (PDF)

Potrebbe interessarti:


Una domenica a Pra d’ Mill

“L’Atrio dei Gentili” e l’Azione cattolica diocesana di Fossano organizzano per domenica 31 marzo una giornata al monastero “Dominus Tecum” di Pra d’ Mill (nella valle dell’Infernotto, sopra Bagnolo Piemonte) per riflettere, pregare e per conoscer…
|

Due articoli per riflettere

Segnaliamo du articoli, pubblicati nell’ultimo mese, che aiutano a comprendere il mondo in cui viviamo (grazie a Stella Morra per la segnalazione): “La fine della rappresentanza” di Marcelo Neri (da Settimananews del 12 febbraio)…
|

Un teologo anziano e sapiente dall’America Latina

A Seveso (Mi) il 5 settembre 2013, durante il XXIII congresso dei teologi italiani dal titolo “Fare teologia nella tradizione”, è intervenuto con una lunga relazione padre Gustavo Gutierrez, teologo latinoamericano. Stella Morra, che h…

Associazione Culturale
L'Atrio dei Gentili

Via Vescovado, 12
I-12045 Fossano (CN)

info@atriodeigentili.it

Con il supporto di: