Scritto il 17 Gennaio 2010

“Nei ghetti d’Italia questo non è un uomo”

“Nei ghetti d’Italia questo non è un uomo”

Un testo provocatorio, sulla falsariga del famoso brano di Primo Levi, per ricordare i recenti (ma già dimenticati) vergognosi fatti accaduti a Rosarno. Il brano è stato scritto da Adriano Sofri per La Repubblica del 12 gennaio. Lo riporta il blog del Chicco di Senape di Torino.

Qui accanto la locandina della 96ª Giornata mondiale dei Migranti e dei Rifugiati (che cade proprio oggi 17 gennaio), dedicata ai bambini, speranza per il futuro. Qui il bel messaggio di Benedetto XVI.


Potrebbe interessarti:


|

Parlano di noi…

Una gradita sorpresa! Lucio Maria Morra, artista fossanese (sì, per chi se lo chiedesse, è il fratello di Stella Morra) ha dedicato all’Atrio dei Gentili una sua opera. Ne parla in un articolo della rubrica “Il punto sull’arte&#8…
|

A teatro per riflettere sulle migrazioni

Il teatro non intrattenimento, ma anche e soprattutto occasione per pensare, parlare delle cose della vita, riflettere su questo nostro mondo. Ne sono convinti gli attori de “La corte dei folli” che, come compagnia teatrale e associazione cultural…
|

Due articoli per riflettere

Segnaliamo du articoli, pubblicati nell’ultimo mese, che aiutano a comprendere il mondo in cui viviamo (grazie a Stella Morra per la segnalazione): “La fine della rappresentanza” di Marcelo Neri (da Settimananews del 12 febbraio)…

Associazione Culturale
L'Atrio dei Gentili

Via Vescovado, 12
I-12045 Fossano (CN)

info@atriodeigentili.it

Con il supporto di: