Scritto il 21 Febbraio 2012

La croce e il potere

La croce e il potere

Venerdì 24 febbraio alle 18, presso il salone della Soms di Fossano (via Roma 74, piano terra), il Centro Studi sul pensiero contemporaneo (Cespec) di Cuneo organizza una conferenza di presentazione del volume dello storico Giovanni Filoramo, dal titolo “La croce e il potere. I cristiani da martiri a persecutori” (Laterza pp. 441, € 24). L’incontro è organizzato in collaborazione con l’Atrio dei Gentili e la Società di mutuo soccorso di Fossano e si avvale del sostegno della Fondazione Crf. Interverranno all’incontro Giovanni Filoramo, Gino Grosso e Sergio Carletto. Ingresso libero.

Il volume presentato
Tra il IV e il V secolo d.C. il mondo greco-romano visse un’età di grandi sconvolgimenti con l’affermazione definitiva del cristianesimo nei confronti del paganesimo antico.Oggi è assai difficile evocare la drammaticità di tale trapasso storico in un mondo di straordinaria vitalità e costellato di santuari e riti secolari. Nello spazio di poche generazioni i santuari pagani vennero chiusi e spesso distrutti e coloro (i cristiani) che sino a pochi decenni prima erano stati oggetto di discriminazione e talora di aperta persecuzione si trovarono a godere, tranne che nella breve stagione della restaurazione, dell’aperto sostegno del potere imperiale.
L’età tra Costantino e Teodosio, ma anche i decenni successivi, videro consumarsi una serie di conflitti tra pagani e cristiani, ma anche l’emergere di una lotta intestina tra l’arianesimo nelle sue diverse forme e i fautori della fede nicena. Al termine di questo tempo di passaggio, con il sostegno del braccio secolare ebbe inizio la lunga storia della repressione dell’eresia e dell’eretico da parte della chiesa (si veda il contrastato rapporto di Agostino con i donatisti) con il sostegno del “braccio secolare”, ma anche i prodromi dell’antigiudaismo cristiano (si veda il caso dell’espulsione degli ebrei di Alessandria).
Giovanni Filoramo ricostruisce con una ricca messe di fonti e documenti un periodo cruciale nella storia dell’Occidente alla ricerca delle origini e dei tratti caratterizzanti di quell’età costantiniana della cristianità, caratterizzata da una simbiosi tra l’evangelo di Cristo e il potere destinata a durare sino a tempi assai recenti. Il volume segue a distanza di pochi anni la documentata ricostruzione, da parte dello storico torinese, del rapporto tra chiesa e democrazia nei secoli XIX e XX.


Potrebbe interessarti:


|

La fede cristiana nell’età secolare: giornata di studio all’Issr di Fossano

Nell’orizzonte dell’età secolare, la fine di «un» Cristianesimo, quello che si poneva come punto di riferimento centrale nel contesto della «societas christiana», decreta necessariamente la fine «del» Cristianesimo? Dunque, il fenomeno imponente d…

“Cristiani senza chiesa, Chiesa senza cristiani?”: seminario estivo 2011

L’annuale seminario estivo di studio organizzato dall’Atrio dei Gentili ha avuto per tema: “CRISTIANI SENZA CHIESA, CHIESA SENZA CRISTIANI? Cinquant’anni dopo Vaticano II”.Il seminario si è tenuto a Pra d’ Mill (Bagnolo Piemonte)…

Seminario a Pra d’ Mill 1-2-3 luglio

Cari amici, siete invitati all’annuale seminario estivo di studio organizzato dall’Atrio dei Gentili sul tema: “CRISTIANI SENZA CHIESA, CHIESA SENZA CRISTIANI? Cinquant’anni dopo Vaticano II”. Il seminario si terrà a Pra d’ Mill (Bagno…

Associazione Culturale
L'Atrio dei Gentili

Via Vescovado, 12
I-12045 Fossano (CN)

info@atriodeigentili.it

Con il supporto di: